Il tunnel della discordia…

A Termoli la posizione di movimenti e associazioni  contrarie al progetto di riqualificazione che prevede la realizzazione di un tunnel nel centro cittadino,  incassa un primo, importante,  successo. L’Anac , “Autorità nazionale anti corruzione” guidata dal magistrato Raffaele Cantone, dopo aver esaminato  i documenti ricevuti dal fronte  dei no tunnel, ha  inviato una segnalazione alla Procura della Repubblica di Larino. Nel comunicato a firma del Comitato referendario e del coordinamento cittadino No Tunnel, tutta la soddisfazione per questa decisione adottata dall’Anac« Le irregolarità amministrative, le irritualità, i lati oscuri  e le forzature procedurali del progetto sono state ritenute fondate e degne di attenzione” scrivono.     “E’ quindi evidente che quanto segnalato nel nostro documento  – ancora nel comunicato -non era frutto di vaneggiamenti o di prese di posizione basate sul nulla, ma evidenziava in modo oggettivo manchevolezze e lati “disinvolti” di un progetto che la popolazione di Termoli  in buona parte rifiuta.” Quel coordinamento, alla luce dell’azione dell’Anac, invita l’amministrazione civica ad un ripensamento sul progetto Ad indurre l’amministrazione ad un passo indietro potrebbe forse contribuire la prossima manifestazione cittadina  che i “No tunnel” stanno organizzando per fine mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *